Category

Stile

VINTAGE MANIA

By | Cura di se, Stile

Il rito della rasatura “COME UNA VOLTA”

Dopo un periodo piuttosto lungo in cui sembrava che la barba fosse ormai dimenticata, simbolo di un’epoca lontana, ecco che la rasatura tradizionale è tornata prepotentemente alla ribalta ed alla moda. Hanno aperto tante nuove barberie e la nuova tendenza ha contagiato soprattutto i più giovani e gli amanti dello stile hipster.

Sul fronte beauty si registra un ritorno a saponi, oli vegetali, rasoi a mano libera, ciotole, gocce pre-barba e quant’altro permette di ottenere una barba dall’aspetto curato.Al bando quindi le lamette e i rasoi elettrici, sacrificando la velocità e praticità in nome del romanticismo e della rasatura tutta vintage.

Rasatura vintage: un’attività in espansione

Le barberie hanno iniziato a ripopolarsi di tanti uomini alla ricerca perenne della barba perfetta e, oltre a quelle che erano aperte da sempre, ne sono nate di nuove capeggiate da giovani pronti a prendere al volo l’occasione innovare, praticando un mestiere molto antico come quello del barbiere. Sono molti anche coloro che decidono di applicare il metodo fai-da-te anche per la barba vintage, acquistando prodotti appositi da utilizzare comodamente a casa.

Rasatura barba vintage: la procedura

Per eseguire una rasatura tradizionale della barba si deve innanzitutto porre un panno caldo sopra la zona da trattare. Dopo deve essere distribuita una crema pre-barba, con cura e massima attenzione a coprire tutta la barba. Successivamente si monta all’interno di una ciotola la crema da barba o il sapone con qualche goccia d’acqua.

Dopo aver effettuato la rasatura desiderata si procede a passare sulla pelle l’allume di rocca, un prodotto perfetto per la disinfezione della pelle soprattutto contro eventuali piccoli tagli dovuti all’utilizzo del rasoio.

Rasatura barba vintage: una procedura piuttosto lunga

Attenzione però: per una barba perfetta dallo stile vintage non è necessaria solo una buone dose di manualità ma anche (e forse soprattutto) pazienza.Gli esperti del settore infatti precisano che per la rasatura vintage occorre almeno mezz’ora di tempo. Eppure soprattutto tra i giovanissimi c’è che considera la rasatura non solo come una semplice pratica quotidiana ma come un vero e proprio rito.

Ecco qui alcuni dei nostri consigli per avere una “BARBA DA VERO GENTLEMEN”

Le tendenze dei nuovi Gentlemen. “L’abito tre pezzi”

By | Stile

Come avrai capito non parliamo solo di “Barba e Capelli”. Ogni tanto ci dedichiamo anche allo stile dell’uomo, curiosità e sopratutto le tendenze dei nuovi “Gentlemen”. Ecco qui una piccola guida che potrà tornarti utile su come indossare un abito “tre pezzi” in tutte le occasioni anche per tutti i giorni. Buona lettura Gentlemen.

Un abito completo da uomo (chiamato anche “completo” o semplicemente “abito”) è un indumento maschile di origine anglosassone e può essere composto da due pezzi (giacca e pantaloni), oppure da tre pezzi (giacca, pantaloni, gilet) sempre nello stesso tessuto. Esaminiano proprio quest’ultimo.Se nel passato l’abito a tre pezzi era la regola, intorno agli anni 50′ del secolo scorso la moda maschile cambia e viene a perdersi quel senso di “formalità”. Negli ultimi tempi invece assistiamo ad un cambio di tendenza con un gran ritorno dell’abito tre pezzi utilizzato tutte le volte che vogliamo un look formale. Un uomo che indossa un gilet coordinato all’abito è alla ricerca di uno stile molto curato e raffinato inviando agli altri un messaggio di eleganza. Il completo tre pezzi, erroneamente, è ritenuto un capo solo da lavoro o, spesso associato ai lavoratori del settore terziario e in particolare a quelli operanti nel mondo della finanza, i cosiddetti “colletti bianchi”.

Caratteristiche abito tre pezzi
Il completo da uomo a tre pezzi è composto da un giacca monopetto, che può essere a due o tre bottoni, pantaloni e gilet (c’è chi lo chiama panciotto) con la caratteristica di essere tutti dello stesso tessuto e colore. E’ possibile indossare un gilet in stoffa diversa ma occorre che l’insieme sia armonioso. Sicuramente avremo un look meno formale ma ugualmente elegante cercando di indossare un gilet nei toni chiari del marrone (tipo beige) con una giacca blu scuro; un gilet nei toni del grigio o verde con una giacca marrone. È consigliabile abbinare una camicia tenue con una cravatta combinata per fornire equilibrio. Il classico completo a tre pezzi è ideale per tutti i tipi di situazioni in ci è richiesta formalità. Si può indossare anche per un matrimonio celebrato al mattino, sia per un matrimonio celebrato al pomeriggio.
Giacca abito tre pezzi
La giacca è monopetto a due bottoni, con spacchi e taschino per inserire una pochette di un colore e di un tessuto diversi da quelli della cravatta. Per quanto riguarda il tessuto per un matrimonio d’inverno opteremo per un tessuto di lana, mentre d’estate si può scegliere tra il misto lino e il fresco lana prediligendo tessuti leggeri e non facili alle pieghe.
Gilet abito tre pezzi
Esistono molti tipi di gilet che creano look differenti: monopetto a 6 bottoni; monopetto con revers a 8 bottoni; doppiopetto a 10 bottoni; doppiopetto con revers a 10 bottoni.

Pantaloni, camicia, cravatta e scarpe per abito tre pezzi
I pantaloni devono essere di taglio classico e senza risvolto. La cravatta, sempre di ottima qualità, di solito in seta jacquard con piccolissimi disegni, preferibilmente chiara per un matrimonio che si celebra di mattina, e scura per nozze pomeridiane. La camicia, di taglio classico, preferibilmente collo francese o italiano, di colore bianco, azzurro chiaro o a righe. Nel caso di cerimonia polsini con gemelli. Sempre per una cerimonia meglio indossare scarpe in vitello, nere e stringate.

 

 ” vuoi scrivere tu il nostro prossimo articolo !?” contattaci QUI

“BARBA” Le tendenze del 2018

By | Stile

Prima di tutto, barba lunga o corta?

Prima di esaminare nel dettaglio alcuni tipi di barba, c’è un dilemma di fondo a cui bisognerebbe rispondere sull’argomento, provando a capire se, per un uomo, sia meglio la barba lunga o la barba corta. Come per i tagli dei capelli, prima di optare per una soluzione anziché per un’altra, anche per i due principali tipi di barba vanno analizzate bene alcune caratteristiche genetiche. Avete presente, per esempio, quegli uomini che tentano disperatamente di farsi crescere la barba lunga ma si ritrovano, purtroppo, con alcuni punti scoperti sul volto, come se questo risultasse “a chiazze”, con antipatici effetti antiestetici? Se i vostri peli faticano a crescere o se lo fanno in modo disordinato, rischiando di creare un’immagine non proprio gradevole, allora è meglio dimenticarsi della barba lunga e preferire una rasatura completa o una barba corta, concentrandosi in alternativa a baffi e pizzetto. Attenzione, poi, nel caso di pelle delicata e sensibile, accompagnata spesso da una crescita irregolare della barba e più esposta a eventuali follicoliti. Per evitare questi problemi e per valutare quali siano i migliori tipi di barba adatti al vostro viso è bene che vi affidiate sempre a saloni professionali, dove esperti di hairstyling maschile possano darvi consigli e suggerimenti adeguati e personalizzati in base alle vostre esigenze.

Barba hipster, si usa ancora?

barba hipster

Tra i vari tipi di barba di maggiore tendenza negli ultimi anni, ce n’è uno che ha fatto particolarmente discutere, a partire dalle passerelle di moda. Stiamo parlando, ovviamente, della barba da hipster. Il suo tratto distintivo è la pienezza: non è tanto una questione di lunghezza della barba, quanto il fatto che questa deve essere folta (tra i vari tipi di barba hipster ce ne sono alcuni in cui, per esempio, in cui tale “accessorio” è proposto in versione corta, non necessariamente lunga). Inoltre, solitamente, un simile stile prevede, in abbinamento, capelli arruffati con effetto naturale, anche se, in realtà, sia l’acconciatura sia la stessa barba da hipster richiedono molto tempo e cure costanti. Per l’autunno/inverno 2018 le indicazioni della moda relative ai principali tipi di barba maschili mostrano una controtendenza, che gli esperti hanno definito “beard design” e che sta spopolando tra molte star e divi di Hollywood: non più, cioè, una barba rigorosamente hipster, selvaggia e incolta, ma una barba scolpita e rifinita con precisione. Secondo un recente sondaggio di estetica condotto in Italia, riguardante anche i diversi tipi di barba da uomo, le nostre connazionali apprezzerebbero per un partner, effettivo o potenziale, uno stile più definito, una barba corta o semi-folta, ma soprattutto curata e in ordine.

La barba incolta che sta bene a tutti

Una leggera barbetta non troppo corta né troppo lunga, per intenderci, non rasata da circa due-tre giorni, dall’effetto selvaggio e naturale, è uno dei trend dominanti per quanto riguarda i tipi di barba attualmente più diffusi tra gli uomini. È una soluzione che va bene un po’ per tutte le tipologie di visi maschili. In particolare, una leggera barba incolta può essere strategica soprattutto per chi ha un viso squadrato, con lineamenti spigolosi, per addolcire i tratti e per chi ha una faccia un po’ troppo rotonda e paffuta, a patto di provvedere costantemente a regolare la crescita dei peli, altrimenti si rischia di risultare trasandati e sciatti. Tuttavia non bisogna fare l’errore di pensare, come accade comunemente, che una barba incolta, o meglio, che sembra tale, debba essere lasciata crescere in modo disordinato. Ebbene, nulla di più sbagliato: affinché il look finale risulti esteticamente piacevole, una barba un po’ più lunga va curata costantemente con un sapiente utilizzo quotidiano di forbici e rasoio. Se siete amanti della barba incolta, ma l’haircare e l’hairstyling non sono propriamente il vostro forte, è bene che vi affidiate a esperti che possano offrirvi servizi personalizzati e provvedere anche solo a una semplice rifilatura della barba, poco impegnativa in termini di tempo e di costi, ma con la sicurezza di un risultato a regola d’arte.

Il giusto taglio di capelli per i PICCOLI Gentlemen.

By | Stile

Scegliere un taglio di capelli per il bambino

I principali tagli di capelli per bambini  per la primavera 2018 denotano fantasia, originalità e movimento. Oggi anche un taglio per capelli per un bambino deve mostrare creatività e, soprattutto, deve interpretare la personalità del maschietto, valorizzando le caratteristiche del suo volto. Pertanto sia che si scelgano capelli corti sia che si preferiscano lunghi, è bene optare per pettinature maschili che seguano criteri come quelli utilizzati per gli adulti, affidandosi alle mani dei professionisti. Qualche esempio? Se il piccolo ha un viso ovale e regolare, può permettersi qualsiasi taglio per capelli da bambino. Se ha un viso rotondo e paffuto o squadrato e con gli zigomi accentuati, sarebbero preferibili linee asimmetriche e ciuffi laterali. Per un viso a triangolo vanno bene tagli morbidi e naturali, magari con una leggera frangia.

Capelli corti, per i bambini lo stile conta!

I capelli corti per bambini sono un must intramontabile: comodi, pratici, poco impegnativi da tenere sempre puliti e in ordine. Tuttavia non per questo bisogna rinunciare allo stile. Oggi si possono scegliere dei tagli di capelli per bambini  di tendenza, ora più sbarazzini, ora più grintosi. Il cosiddetto college style prevede capelli corti con un ciuffo laterale e una riga profonda e decisa. Se si preferisce un tocco meno bon ton e più rock, si può giocare con rasature ai lati e ciuffi sparati in alto. In tutti questi casi, per i capelli corti per bambini si possono usare delle paste e cere ad hoc per lo styling senza rovinarli o appesantirli. Sui visi decisamente mascolini, con zigomi e mandibola marcata, stanno bene anche tagli militareschi freschi e curati, con rasature nette sulla nuca e orecchie in vista.

Tagli di capelli lunghi per bambini

I tagli per capelli lunghi sui bambini vengono scelti dai parrucchieri sempre più spesso, sia per seguire le ultime tendenze, sia perché, a seconda delle caratteristiche dei capelli stessi o di un volto, possono risultare persino più opportuni.  Di solito gli hairstylist realizzano un taglio lungo e pari sui maschietti se i loro capelli sono sottili e lisci, cercando di dare un po’ di volume. In tal caso, però, la chioma tende a sporcarsi in fretta e andrebbe lavata ogni due o tre giorni, usando prodotti specifici. I tagli per capelli lunghi per bambini presentano talvolta rasature laterali per dare maggior movimento. Queste ultime, invece, sono da evitare in caso di orecchie a sventola, preferendo una lunghezza media anche ai lati della testa in grado di coprire il piccolo difetto. Accompagna tuo figlio il  tuo piccolo nipote, e trasformeremo il momento del taglio di capelli in un vero momento di gioco, perché per noi del Rino Oppido Gentlemen Club, il sorriso di un bambino vale più di ogni altra cosa. Vuoi prenotare questo momento di gioco ?! Contattaci QUI e verremo incontro alle tue esigenze.