Monthly Archives

Luglio 2021

BARBA E PRURITO

By | Stile

Prurito della Barba:

In fase di crescita della barba alcuni uomini possono avvertire prurito.Bisogna dire però che ogni persona è diversa, e che il grado di fastidio che questo provoca può essere diverso in ogni uomo.Alcune persone invece non avvertono alcun prurito.Chi lo avverte può avere un grado di sopportazione più o meno alto, che rende quindi la presenza del prurito più o meno fastidiosa.

Quando prude di più ?

Nei giorni e nelle prime due settimane posteriori alla rasatura,ovvero in fase di ricrescita della barba, è quando solitamente molti uomini avvertono un maggiore prurito.Man mano che i peli della Barba crescono e la Barba si allunga, tende a prudere molto meno o a non prudere affatto.Quando le lame di un rasoio tagliano il pelo, fanno si che il pelo non ricresca a livello di forma ( simile ad un cono ) come farebbe naturalmente.

Al contrario il pelo tagliato ricresce spigoloso e con una forma irregolare, cosa che potrebbe causare prurito.Può capitare che portando una Barba medio grande, ci si gratti inavvertitamente con le dita scatenando così da quel momento in poi una piccola irritazione sulla cute.La cute irritata venendo a contatto con la barba tramite i movimenti del viso potrebbe a quel punto causare maggior prurito, innescando quella voglia matta di grattarsi, cosa che peggiora solo le cose.Secchezza:

La secchezza della pelle è uno dei fattori che può innescare il prurito.Vi sono molti prodotti per la cura della barba adatti anche ad idratare la pelle, come gli oli ed i balsami da Barba.

Se si porta una barba è bene avere un buon livello di igiene, perché l’accumulo di impurità e sporcizia non aiuta al benessere della pelle.È bene assicurarsi inoltre che i prodotti cosmetici che si usano per dare forma alla barba, non contengano ingredienti che seccano o danneggiano la pelle ed il pelo, cosa che potrebbe contribuire a dare inizio al prurito.

I barbieri nell’Antica Grecia

By | Cultura, Stile

Barberie come luogo di aggregazione e cultura

Sembra che la Grecia sia uno dei luoghi in cui possa essere nata la professione del Barbiere, in quanto vi sono antiche sono testimonianze della loro attività .Pare che la figura del Barbiere nella Grecia antica fosse piuttosto popolare.Erano un luogo di aggregazione prevalentemente maschile. Le persone si incontravano per parlare, passare del tempo insieme, discutendo anche per lunghi periodi di tempo delle cose che succedevano nella società dell’epoca.

I trattamenti

In barberia si occupavano di dare forma alla Barba ed ai capelli,secondo i canoni estetici presenti in Grecia all’epoca.Si preferivano capelli e Barbe ondulate ed arricciate, come si evince anche dalle statue rinvenute.Per i loro trattamenti usavano dei prodotti di origine naturale come tinture, oli, lozioni, cera d’api, ecc.

Il taglio della Barba

Ad un certo punto il condottiero Macedone Alessandro Magno obbligo i suoi soldati al taglio della Barba, visto che in battaglia la Barba si era rivelata un punto debole che favoriva il nemico. Per questo motivo le sue truppe divennero tutte perfettamente sbarbate. Sempre grazie a questa circostanza si deve l’invenzione del rasoio portatile.  Aveva una lama la quale poteva ruotare sino a riporsi dentro l’impugnatura, per evitare che i soldati si facessero male mentre si portavano il rasoio in giro.

Quali lame usavano

I Barbieri dell’antica Grecia avevano a disposizione delle lame metalliche, che in alcuni casi presentavano delle decorazioni di vario tipo (ad esempio forme geometriche), un’impugnatura curvilineacon una estremità circolare. 

Ricapitolando

  • In Grecia sembra sia potuta nascere la figura del Barbiere.
  • Le Barberie erano un luogo di aggregazione sociale.
  • Le Barbe arricciate e ondulate andavano per la maggiore secondo i canoni estetici dell’epoca.
  • Venivano usate tinture, lozioni, oli e cera d’api, per modellare la Barba dei clienti.
  • Le lame dei Barbieri erano decorate con fantasie dell’epoca.